La possibilità di utilizzare schede elettroniche personalizzate suscita l’interesse di tantissime aziende al giorno d’oggi.

Desiderio e curiosità verso questo prodotto diminuiscono, o in alcuni casi scompaiono, quando l’imprenditore inizia ad analizzare le cifre associate allo sviluppo di un hardware custom.

Il progetto di sviluppo e successiva produzione di una scheda elettronica personalizzata prevede un investimento iniziale importante, dunque, è bene fare le dovute valutazioni del caso per capire se effettivamente la strada che si vuole intraprendere è quella giusta.

Scheda elettronica personalizzata: quando conviene investire

Una scheda elettronica personalizzata rappresenta la soluzione più consona quando, per lo sviluppo di un nuovo macchinario, il mercato offre soluzioni non in grado di soddisfare i bisogni specifici dell’azienda e per giunta a costi elevati.

In linea di massima un progetto di elettronica personalizzata mira allo sviluppo di un nuovo macchinario caratterizzato da tecnologie e funzionalità innovative.

Al fine di trovare una soluzione custom che soddisfi le condizioni appena esposte, il primo aspetto che l’imprenditore si trova ad affrontare con l’azienda produttrice di schede elettroniche custom è l’analisi di fattibilità dell’intero progetto.

Le principali fasi dell’iter di progettazione e produzione di una scheda elettronica personalizzata

Durante questa fase analitica viene fatto un elenco delle caratteristiche e dei requisiti che deve avere la scheda elettronica in funzione ovviamente dei componenti e delle funzionalità della macchina alla quale è destinata.

Si passa alla scelta dei componenti necessari per la progettazione e lo sviluppo dell’hardware e dunque all’analisi dei costi associati:

  • alla progettazione dell’hardware, per esempio, le spese di prototipazione e di impianto che variano in funzione della complessità dell’intero progetto e sono da considerarsi costi una tantum;
  • alla progettazione del firmware: anche in questo caso conta molto il livello di complessità del progetto, per esempio, una scheda elettronica dotata di sistema operativo e interfaccia uomo macchina i costi sono fortemente elevati;
  • al numero di hardware prodotti: in presenza di quantità elevate il costo associato alla singola scheda si riduce.

Approvato il progetto si passa alla fase di progettazione che prevede:

  • la realizzazione di diversi prototipi;
  • identificazione delle caratteristiche del firmware;
  • realizzazione di un prototipo funzionante;
  • esecuzione dei test di compatibilità elettromagnetica;
  • realizzazione di una pre serie e, infine, produzione.

La fase conclusiva è quella di produzione che prevede l’acquisto di tutti i componenti attivi e passivi, dei circuiti stampati, il montaggio della scheda ed il relativo collaudo e, infine, l’assemblaggio.

Anche tu hai bisogno di sviluppare una scheda elettronica custom?

Parlaci del tuo progetto!